Cortesie Online

Ricettesenzaglutine torna online dopo 10 ore di quarantena autoimposta. Si sa, l’attacco degli hacker non risparmia nessuno … soprattutto se si tratta di hacker golosi 😉 😀 Qualche simpatico cyber criminale deve aver apprezzato così tanto i bagel senza glutine da piazzare un malware tra le deliziose ciambelle.

Stando al report di google, il malware non ha avuto modo di contaminare altro che una singola pagina di questo blog (prontamente eliminata: dite ciao ai bagel 😉 ) ma ha comunque messo in allerta il sistema causando una serie di blocchi nei siti delle amiche di blogspot (e terrorizzandole a morte). Mi scuso tantissimo con tutte loro e con gli utenti interessati dal disagio.

In tutto questo disastro però ci sono state persone che meritano davvero un abbraccio gigante: Libera di accantoalcamino e Mimì Sabry di 2amicheincucina. Grazie di avermi avvertito appena notato il problema! In questo modo ho potuto correggere il danno prima che diventasse irreparabile…
Fossero tutti come voi!

Rimango invece scioccata da come altri soggetti abbiano approfittato del problema per gettare discredito sul mio lavoro (che peraltro lavoro non è). Ma si sa, navigando è facile trovare gli squali… 😀

Insomma, d’ora in poi monitoraggio continuo e attenzione costante ai ragni nella tela! Che tristezza però …

C’è un solo modo per tirarsi su di morale: testare nuove ricette! E voi? Ci state? Allora vi do appuntamento sempre qui con me su ricettesenzaglutine, dove la buona volontà non manca e la stima (quando c’è!) è davvero sincera!

Advertisements

6 Comments Add yours

  1. accantoalcamino ha detto:

    Già, nuove ricette, nuovi esperimenti culinari, tutto il resto, basta “sapere” e tenersene alla larga 😉 Bacione.

    1. Alessia ha detto:

      ♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥

  2. La Cassata Celiaca ha detto:

    ah ecco!!! ieri mi hanno scritto su FB dicendomi che non riuscivano ad entrare e commentare sul mio blog perchè compariva un messaggio di malware legato al tuo blog: siccome in passato mi è successo almeno altre due volte una cosa simile non gli ho dato retta, pensando che fosse legato a Blogger e siccome di solito si risolveva aprendo con un altro browser è quello che ho consigliato….ma non capisco perchè darti addosso…c’è qualcuno che ti ha accusata di averlo fatto apposta? e poi criticata di che? rimango basita….sono contenta che tu abbia risolto 😀 rimarresti nel mio blogroll anche se fossi infestata da cima a fondo 😀 buona domenica, un abbraccio :-X

    1. Alessia ha detto:

      Sembra che blogspot attivi questo meccanismo per proteggere i link a contenuti non affidabili… Mi spiace di aver incasinato anche te, Sonia 😦
      Come mi hai appena confermato sono cose che capitano (da oggi però farò in modo che non si ripetano!!!). Ti ringrazio per l’appoggio e per aver alleviato i miei sensi di colpa 😉
      Un bacione e buona domenica!

      1. La Cassata Celiaca ha detto:

        cara Alessia, ma che c’entri tu? sono cose che capitano anche nei migliori blog (tipo il tuo 😉 )…ma per curiosità…come si fa ad evitarlo? in passato la cosa nel mio blog è durata parecchi giorni e non ho saputo rimediare, ho scritto a Blogger che non mi ha aiutata 😉
        comunque non hai mica incasinata sai! chi ci teneva mi ha scritto su FB facendomi notare la cosa e poi ha lasciato un commento entrando con un altro browser 😀 bacioni :-X

      2. Alessia ha detto:

        Allora, per quello che ne so basta che il blog incriminato trovi la pagina in cui è stato inserito il malware e lo elimini 😉 Usando gli strumenti di google per la gestione (http://www.google.com/webmasters/tools/) riesci ad individuare se il tuo blog è in qualche modo stato attaccato da un pirata e, se si, quali parti vanno isolate. Io ho dovuto cancellare l’articolo corrotto, anche se guardando il codice html non c’era niente di strano. Per i blog collegati (come il tuo) l’unica fonte di rischio potenziale (ma non reale) era il link al mio blog: eliminandolo, Explorer avrebbe permesso ai tuoi fan di commentare. Probabilmente blogspot soffre più le manovre di sicurezza perché sfrutta una piattaforma google, mentre wordpress no 😀 Bacione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...