Cannolicchi alla Piastra

I Cannolicchi alla Piastra, detti anche comunemente Cappelunghe o Capelonghe, non possono mancare nel vostro speciale menù di pesce! Sono deliziosi, ipocalorici e semplicissimi da fare … che si tratti del pranzo della Vigilia di Natale o di una cena estiva a base di pesce, presentandoli farete un figurone. 😉

Cannolicchi alla Piastra Capelonghe Cappelunghe

I Cannolicchi o cappelunghe sono molluschi bivalve che vivono sotto la sabbia e si nutrono delle sostanze veicolate dall’acqua di mare. Sono buonissimi ma, a causa dell’habitat in cui vivono, tendono spesso ad essere pieni di sabbia e richiedono quindi un lavaggio accurato (più che lavaggio, potremmo chiamarlo un bel bagno. Mentre loro stanno a mollo voi potete dedicarvi ad altro).

Come avviene per le vongole e altri molluschi, i cannolicchi devono essere freschissimi … le cappelunghe fresche si riconoscono subito: se toccate la parte di mollusco che fuoriesce dalla conchiglia, questo si ritirerà immediatamente, un po’ come una chiocciola nella propria casetta.

Se avete trovato le cappelunghe fresche siete già a metà dell’opera. Un bel bagnetto e 5 minuti di cottura per un antipasto o secondo da re a base di cannolicchi alla piastra. Leggero, sano e naturalmente senza glutine. 🙂

INGREDIENTI per 2 persone

  • 500g di Cannolicchi freschissimi
  • 2 cucchiai di Olio EVO
  • 1 mazzetto di Prezzemolo fresco
  • Sale e Pepe qb

Per il lavaggio preliminare dei cannolicchi vi serviranno anche uno scolapasta, abbondante acqua fresca e sale grosso.

PREPARAZIONE

Riempite con acqua fresca e qualche manciata di sale grosso una pentola sufficientemente capiente per contenere lo scolapasta (va benissimo anche una bacinella o il bacino del lavabo/lavello opportunamente tappato). Mescolate ripetutamente per far sciogliere il sale. Il grado di salinità dovrà essere simile a quello dell’acqua di mare.

Disponete i cannolicchi come un mazzo di asparagi in piedi nello scolapasta e immergetelo nella pentola di acqua fresca salata. Fate riposare per una mezz’ora circa. Le cappelunghe si apriranno e i molluschi usciranno parzialmente, allungandosi. Durante questa fase la sabbia che si trova tra il mollusco e la conchiglia sarà spinta fuori dai movimenti dei cannolicchi.

Dopo circa 30 minuti sollevate lo scolapasta e controllate l’acqua della pentola. Dovrebbero esserci tracce di sabbia sul fondo. Cambiate l’acqua con altrettanta salata e fresca e ripetete l’operazione di immersione dello scolapasta. Una volta immersi, scuotete leggermente i cannolicchi per modificarne la posizione e fate riposare per un’altra mezz’ora [1].

Un cambio di acqua dovrebbe essere sufficiente ad eliminare tutte le tracce di sabbia ma, se proprio siete sfortunati, ripetete ancora. Meglio un bagnetto in più alle cappelunghe prima, che trovarsi granini di sabbia tra i denti poi.

Cannolicchi Cappelunghe Capelonghe alla Piastra tutorialLavate il prezzemolo e tritatelo finemente. Scaldate bene una piastra o una bistecchiera antiaderente.

Scolate le cappelunghe e disponetele sulla piastra bollente [2]. Cuocete i cannolicchi alla piastra a fiamma alta per circa 5 minuti [3]. Se i vostri cannolicchi fossero molto piccoli non lasciateli sulla piastra per più di 3 minuti altrimenti seccheranno troppo diventando gommosi.
Durante la cottura spolverate di pepe a piacere. Il sale è opzionale perchè, essendo rimaste immerse a lungo nell’acqua salata, le cappelunghe dovrebbero già essere sufficientemente sapide.Cannolicchi alla Piastra ricetta Cappelunghe senza glutineAppena cotti, trasferite i canolicchi alla piastra sul piatto di portata, conditeli con un filo di olio extravergine di oliva a crudo e con il prezzemolo fresco tritato.

Et voilà! Un piatto semplicissimo che vi farà fare un figurone con gli ospiti. 😉

Annunci

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. ostriche ha detto:

    Li ho appena fatti con gli spaghetti… che bontà! Ciao Ostriche

    1. Alessia Piva ha detto:

      Mmm, che delizia! Ciao 🙂

  2. cucinaincontroluce ha detto:

    Adoro le capelonghe, ricordo che le mangiavamo bollite e poi succhiavamo tutti i gusci: le raccoglievamo passeggiando sulle secche con il ferretto apposito e ci divertivamo come matti, anche se poi la sera eravamo ustionati senza nemmeno che ce ne fossimo resi conto!
    Un bacio, Tatiana

    1. Alessia Piva ha detto:

      Che bella immagine! Un bacione

  3. CosmopolitanEly ha detto:

    Ciao! Complimenti per il tuo blog! Se ti va, passa a dare un’occhiata alla mia ricetta ( gelato al kiwi ed al pistacchio).
    Buona giornata!

    1. Alessia Piva ha detto:

      Grazie mille 🙂 adesso faccio un salto da te! Ciao!

  4. Sonia ha detto:

    ma sai che non le mai mangiate? sembrano squiste e anche la cottura che hai scelto mi piace molto. Ti auguro un felice Natale e ti mando un bacione

    1. Alessia Piva ha detto:

      Secondo me sono uno dei molluschi più buoni in assoluto…appena ti capita l’occasione assaggiale assolutamente! 😛
      Grazie mille, buon Natale anche a te e un mega abbraccio 🙂

  5. ciccio pesce ha detto:

    Ma a voi piace mangiare l’intestino degli animali ?
    Ergo se non togliete l’apparato digerente vi mangiate la…contenti voi
    (Gusti son gusti…)

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ciao! Sinceramente non avevo mai sentito che ai molluschi bisognasse togliere le interiora…al pesce ovviamente si ma non ai molluschi. Bisognerebbe aprirle e staccarle dalla conchiglia, giusto? È una cosa che di solito fai anche con cozze e vongole? Sarebbe interessante se volessi condividere la tua versione della procedura però, scusa, mi vedo costretta a moderare il tuo commento per rispetto di tutti: le opinioni si possono manifestare anche senza bisogno di essere triviali.

  6. Anonimo ha detto:

    chissà cosa mangia il/la signorino/a…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...