Rigatoni all’Amatriciana

L’Amatriciana o Matriciana è uno dei primi piatti più amati dagli italiani. Pochi ingredienti per un sapore deciso che ci riporta all’antica tradizione pastorale della città di Amatrice. Ecco la ricetta per la pasta all’amatriciana senza glutine!

Amatriciana1

Esistono diverse varianti del sugo alla Matriciana ma i puristi della cucina tradizionale romana convengono sul fatto che l’autentica ricetta della pasta all’amatriciana richieda solo spaghetti, guanciale di maiale, pecorino e, anche se in origine la pasta era in bianco, pomodoro.

Molti diranno: vabbè, e che ce vole?

Ve lo dico io, ci serve una buona pasta senza glutine che non litighi con il sapore grintoso del sugo all’amatriciana e nemmeno che ne diventi succube. Escludiamo subito la pasta 100% mais perché, nonostante sia squisita con la caponata di verdure (provatela con le melanzane!), fa a pugni con il pomodoro. Eliminiamo anche la pasta 100% riso visto che ha un sapore troppo delicato per reggere lo sprint gustativo dl guanciale e quella 100% saraceno perché invece ha troppa personalità di suo. 😉

Il mio consiglio spassionato è di provare l’Amatriciana senza glutine con una buona pasta multicereali o, meglio ancora, se vi capita tra le mani, di usare la pasta di teff!
Ho avuto l’occasione di provare in anteprima la pasta di teff Lt Africa Teff che sarà in commercio mutuabile tra poche settimane e ho ottenuto una Matriciana dal sapore ben bilanciato, molto vicino a quello glutinoso.

Perdonatemi ma agli spaghetti ho preferito i rigatoni senza glutine. È più forte di me, non riesco a non stravolgere quello che mi capita per le mani, men che meno le ricette. Ci provo, fino all’ultimo mi impegno, ma poi succede e basta. Vi anticipo già che anche olio, pepe e peperoncino non sarebbero previsti nella ricetta originale… toglieteli pure se vi turbano, io avevo troppa voglia di una pasta a tutto sprint! 😀

Su, chiudete un occhio: acqua pronta sul fornello e si parte!

Amatriciana

INGREDIENTI per quattro persone

  • 400g di passata di pomodoro (se fatta in casa ancora meglio!)
  • 320g di pasta senza glutine (io ho usato i rigatoni Lt Africa Teff)*
  • 80g di guanciale*
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Abbondante pecorino grattugiato
  • Pepe nero qb
  • Peperoncino tritato qb
  • Sale qb

* Questi ingredienti devono essere certificati senza glutine.

PREPARAZIONE

In una pentola capiente fate rosolare il guanciale in un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Aggiungete peperoncino sale e pepe a piacere.

Quando il guanciale sarà ben rosolato unite la passata di pomodoro e fate cuocere a fuoco medio per una decina di minuti finché il sugo all’amatriciana non si sarà addensato.

Ora unite tutto il pecorino grattugiato che volete. L’ideale sarebbe utilizzare il pecorino di amatrice che ha un gusto più adatto, meno carico di quello romano, ma anche con il pecorino romano (più facile da reperire) l’Amatriciana è fantastica.

Bollite la pasta senza glutine in abbondante acqua salata per il tempo previsto sulla confezione. Quando sarà cotta al dente scolatela e aggiungetela al sugo ancora caldo. Mescolate bene il tutto ancora per qualche minuto a fuoco basso e poi servite.

A piacere prima di servire potete aggiungere ancora pecorino (stiamo leggeri, eh!) e un’altra macinata di pepe.

Annunci

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. cucinaincontroluce ha detto:

    Che fame a vedere questo piattone di pasta! Ancora sono al lavoro e tu mi tenti con queste meraviglie…. pur nella semplicità della nostra tradizione, ancora una volta sei riuscita a realizzare un piatto pieno di gusto anche senza il glutine! Brava!

    1. Alessia Piva ha detto:

      Grazie mille cara! Visto che sei ancora prigioniera del lavoro Ti tengo da parte un piatto per quando stacchi 😉

  2. Sonia ha detto:

    mia cara, abbiamo pranzato insieme forse? ha ha ha ieri ho mangiato rigatoni all’amatriciana!! feeling! baciuzzi

    1. Alessia Piva ha detto:

      E che feeling gustoso! 😉 Bacione cara

  3. ilchiccodimais ha detto:

    Da romana e da amante assoluta dell’amatriciana, apprezzo tantissimo questa tua ricetta, molto fedele alla tradizione (viva il guanciale!) e allo stesso tempo anche alle esigenze di chi cucina senza glutine. Devo provare la pasta di teff 😉

    1. Alessia Piva ha detto:

      Grazie Francesca, non sai che piacere mi fa avere la benedizione di una romana doc! Con la tradizione non si sa mai… Temevo di combinare qualche sciocchezza 😉

  4. glutenfree4you ha detto:

    ho notato che usi spesso questa marca di pasta? ma la compri online? io non l’ho mai vista nè sentita. mi ispira tantissimo sia per i formati sia perchè mi sembra eccellente!

    1. Alessia Piva ha detto:

      In effetti è una marca di pasta nuova, uscita da un paio di mesi. La adoro perché ha un sapore “normale” 🙂 La trovo senza problemi nella mia farmacia senza glutine ma penso che la vendano anche online (probabilmente l’area del sito è in aggiornamento). Ho scoperto l’azienda cercando la farina di teff su http://www.ltafricateff.it/shop/ e poi a una fiera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...