Krapfen Vegan Gluten Free – Bomboloni Fritti senza Glutine Latte e Uova

Oggi vi svelo la mia ricetta dei krapfen vegan gluten free. Seguendola potrete preparare dei deliziosi bomboloni fritti senza glutine senza latte e senza uova fatti in casa!

bomboloni-krapfen-gluten-free-vegan

Che delizia, i krapfen… Mi ricordo che quando ero piccola, durante le vacanze estive, la mattina appena svegli si andava in panetteria a comprare il pane per il pranzo e i krapfen alla crema appena sfornati. Già a due vie di distanza dal negozio si sentiva un profumo meraviglioso! Noi bambini non riuscivamo a resistere e li mangiavamo subito, tirandoli fuori dalla busta di carta nel tragitto verso casa. Era più lo zucchero a velo spalmato sulle nostre guance che quello finito in pancia.

Ieri come oggi, i bomboloni fritti ripieni  si fanno apprezzare in qualsiasi stagione. Si tratta di un dolce fritto che non si limita al periodo di carnevale: un autentico comfort food.

Quando è arrivata la celiachia ho dovuto dire addio ai bomboloni fritti ripieni del panificio. Mi è dispiaciuto parecchio perché era un rito storico, di quelli che danno un senso alle giornate di festa. Ho pensato “Pazienza!” e mi sono consolata con i biscotti. 😜 Poi sono arrivate anche l’intolleranza al latte e alle uova, e lì ho iniziato ad arrabbiarmi. Perché certe colazioni si possono fare senza tutto, ma il sapore della tradizione è un’altra cosa.

A quel punto ho deciso che non volevo più rinunciare a niente. Se i krapfen del panificio non vanno ad Alessia, Alessia se li fa. E come dice lei.

È per questo che oggi vi propongo i miei krapfen in una versione vegan gluten free: perché godersi i bomboloni fritti è un diritto anche di chi è costretto a mangiare senza glutine latte e uova. Alla faccia delle intolleranze! Spero vi piacciano. 🙂

bomboloni-krapfen-senza-glutine-latte-uova

INGREDIENTI per 4/6 persone

  • 300 g di Mix B per pane Schär*
  • 200 ml + 12 cucchiaini di Acqua tiepida
  • 150 ml di Bevanda di Soia al naturale (latte di soia)*
  • 70 g di Zucchero semolato
  • 40 g di Margarina Vegetale senza latte*
  • 8 cucchiaini di Olio EVO
  • 6 cucchiaini di Fecola di Patate*
  • 5 g di Lievito di Birra secco
  • 1 pizzico di Sale fino
  • Olio per friggere q.b. *

* Questi ingredienti devono riportare la scritta Senza Glutine sulla confezione.

Krapfen-vegan-bomboloni-gluten-free

PREPARAZIONE

Fate attivare il lievito di birra nell’acqua tiepida con un pizzico di zucchero; quando avrà formato una leggera schiuma in superficie sarà pronto per essere usato.

Per creare l’impasto dei bomboloni fritti senza glutine latte e uova, mescolate la farina per pane senza glutine con lo zucchero, il sale, la margarina ammorbidita, il latte di soia intiepidito e il lievito attivato con la sua acqua.

In un bicchiere a parte, emulsionate la fecola di patate con l’olio e i 12 cucchiaini di acqua, poi unite il risultato all’impasto dei krapfen vegan gluten free.

Lavorate bene il tutto e mettete l’impasto dei krapfen senza glutine latte e uova fatto in casa a riposare in un luogo tiepido fino al raddoppio del volume, coperto con un telo.

Dopo la lievitazione lavorate brevemente l’impasto dei bomboloni fritti fatti in casa, poi avvolgetelo in pellicola trasparente e mettetelo in frigo a riposare per almeno due ore in modo che rassodi.

Stendete la pasta dei krapfen vegan gluten-free su un piano di lavoro infarinato con farina senza glutine allo spessore di circa 1 cm. L’impasto sarà molto morbido quindi dovrete cercare di non scaldarlo troppo con le mani e di tenere il matterello ben infarinato in modo che non si attacchi.

Ritagliate i vostri bomboloni senza glutine latte e uova utilizzando un coppapasta rotondo o un bicchiere rovesciato e lasciateli di nuovo lievitare al tiepido per un’ora.

Friggete i krapfen vegan gluten free fatti in casa in olio caldo ma non bollente, girandoli durante la cottura per una coloritura uniforme. Scolateli dell’olio in eccesso appoggiandoli su carta assorbente da cucina poi, a piacere, farciteli o semplicemente spolverizzateli con zucchero a velo certificato senza glutine.

Come potete vedere dalle foto, io ho scelto di farcire i miei krapfen senza glutine fatti in casa con della deliziosa crema pasticcera al limone preparata con latte di soia. Per lasciare l’effetto sorpresa, ho inserito la crema bucando i bomboloni vegan con la sac à poche.

I bomboloni fritti senza glutine senza latte e senza uova danno il meglio serviti caldi, ma sono buonissimi anche dopo qualche ora dalla preparazione… Non chiedetemi dei giorni, perché finiscono subito! 😉

 

Ricetta di Alessia Piva

Tempo di preparazione, riposo e lievitazione: 6h

Tempo di cottura: 10 min

Tempo totale: 6h 10m

 

 

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. cucinaincontroluce ha detto:

    Sono perfetti! Pensa che io non li ho mai fatti nonostante me li stia proponendo da qualche anno… solo l’idea di friggere in effetti mi sconvolge (non sopporto l’odore come capita a molte persone), certo che a vedere i tuoi quasi quasi… 🙂 🙂 🙂
    Un bacio!

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ciao Tatiana! Ti capisco, anche io non sopporto l’odore di fritto che resta per giorni in casa… Infatti friggo solo a Carnevale, riunendo in una volta tutte le ricette che ho voglia di provare. 😂 Questi erano anni che me li sognavo e sono valsi tutto l’impuzzamento! Ogni tanto ci vuole 😉 Bacione grande

  2. speedy70 ha detto:

    Grazie della golosa ricetta, le farò oggi per mia cognata intollerante…..

    1. Alessia Piva ha detto:

      Grazie a te di essere passata. 😊 Buona frittura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.