Gnocchi di Patate senza Glutine Latte Uova (vegan)

Gli gnocchi di patate senza glutine latte uova non hanno bisogno di presentazioni! Ci ho messo un po’ a perfezionarla, ma finalmente vi presento la mia ricetta facile per gnocchi fatti in casa adatti a celiaci e vegani.

Gnocchi-di-patate-senza-glutine-latte-uova

Se in gran parte d’Italia si usa dire “giovedì gnocchi”, qui in Veneto gli gnocchi sono più popolari di venerdì. Non un venerdì qualsiasi, ma il Venare Gnocolaro (venerdì gnoccolaro) che è il giorno dopo del giovedì grasso. Soprattutto tra le province di Verona e Vicenza, l’ultimo venerdì prima dell’inizio della Quaresima si festeggia quindi portando in tavola gli gnocchi fatti in casa.

Quel venerdì è già trascorso, perché trovo solo ora il tempo di pubblicare la ricetta, ma quest’anno sono riuscita di nuovo a festeggiarlo come tradizione comanda: mangiando gli gnocchi fatti in casa senza glutine senza latte e senza uova (vegan).

Non spaventatevi davanti alle dosi… Ho preparato gnocchi senza glutine latte e uova per un esercito, ma avevo un po’ di patate da consumare. Voi potete dividere le quantità in base al numero di commensali previsti, oppure fare come me e congelare gli gnocchi di troppo. È semplicissimo: mettete gli gnocchi crudi ben distanziati su un vassoio e ponetelo in congelatore. Poi, quando si saranno induriti, potrete riunirli in un contenitore più piccolo dotato di coperchio. Quando vi serviranno gli gnocchi senza glutine latte e uova, vi basterà gettarli ancora congelati uno a uno nell’acqua bollente, cercando di non farla raffreddare troppo, e scolarli non appena vengono a galla come gli gnocchi freschi.

Pronti ad allenarvi con me per il prossimo Venare Gnocolaro? Si parte!

Gnocchi-senza-glutine-latte

INGREDIENTI per 10 persone

  • 1 kg di Patate bollite
  • 200 g di Farina senza Glutine per tutti gli usi (io ho usato il Mix Mais Free di Nutrifree)
  • 4 cucchiai di Olio Extravergine di Oliva
  • Sale Fino q.b.
  • Noce Moscata macinata a piacere

PREPARAZIONE

Passate le patate bollite ancora calde nello schiacciapatate. Condite a piacere con sale e spezie, senza esagerare dato che poi salerete sicuramente anche l’acqua di bollitura.

Unite anche la farina e l’olio e amalgamate bene il tutto. Per comodità, potete lavorare l’impasto degli gnocchi di patate senza glutine latte e uova prima in una terrina, aiutandovi con un cucchiaio, per poi trasferirlo sul piano di lavoro e proseguire a mano.

Dall’impasto ricavate dei serpentelli di circa 2 cm di diametro e tagliateli a intervalli regolari (a occhio!) per ottenere i singoli gnocchi. A piacere, passate ogni singolo gnocco lungo i rebbi di una forchetta o sul retro di una grattugia infarinata, schiacciandolo leggermente con il pollice per dargli una forma che assorba meglio il sugo.

I vostri gnocchi vegan senza glutine latte e uova sono pronti. Per una resa migliore, però, vi consiglio di farli riposare 12 ore in frigo prima di utilizzarli: in questo modo gli ingredienti si legheranno bene e gli gnocchi non tenderanno a spappolarsi in cottura.

Cuocete in acqua bollente salata per un minuto o anche meno. Appena saliranno a galla, gli gnocchi senza glutine latte e uova saranno pronti per essere scolati e conditi.

Ricetta di Alessia Piva
Tempo di preparazione, compresa la bollitura delle patate: 1h
Tempo di cottura: 1 min
Tempo totale: 1h 1m

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. concetta ha detto:

    ciao volevo chiederti se posso congelarli, nel caso come mi consigli di fare?
    grazie

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ciao! Certo, come leggi nell’articolo li ho congelati anche io. 😊Li ho messi ben distanziati tra loro su un piatto grande (o un vassoio) che poi ho infilato in congelatore. Dopo circa un’ora si erano induriti, quindi li ho staccati da piatto e messi tutti insieme in una vaschetta più piccola con il coperchio (se vai meglio puoi usare un sacchetto da congelatore). Quando è stato il momento di mangiarli li ho cotti pochi alla volta in acqua super bollente per 30 secondi e poi ripassati in padella con il sugo per qualche altro secondo. È importante cuocerne pochi alla volta perché, se ti si abbassa troppo la temperatura dell’acqua, da decongelati tendono a sfaldarsi visto che non hanno nessun addensante 😉

      1. concetta ha detto:

        grazie, ma eventualmente posso congelare anche l’impasto?

      2. Alessia Piva ha detto:

        Non ho mai provato, ma non te lo consiglio. Temo che una volta scongelato perderebbe completamente di consistenza… infatti gli gnocchi vengono cotti ancora congelati per evitare questo problema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.