Castagnole senza Glutine Uova Burro Lievito e Latte

Carnevale è arrivato: tempo di castagnole! Ne esistono diverse varianti, sia semplici che farcite, ma oggi vi voglio proporre la mia personale ricetta per fare le castagnole senza glutine, senza uova, senza burro, senza lievito e senza latte!

castagnole senza glutine uova burro latte e lievito

Queste piccole frittelle tonde delle dimensioni di una castagna sono un must del periodo di Carnevale e, proprio per questo motivo, devono poter essere anche alla portata degli intolleranti. Non è possibile togliere tutti gli allergeni da una ricetta di questo tipo però li si può almeno ridurre drasticamente… Io ci provo. 😉

Ho ripensato le castagnole modificando la ricetta classica che da generazioni si trasmette in famiglia (“farina, zucchero, latte, uova, lievito: mischia tutto e friggi”) ed eliminando i principali allergeni cui, soprattutto noi celiaci, siamo più sensibili.

La mia nuova ricetta delle castagnole è quindi senza glutine (requisito fondamentale), ma anche senza uova, senza lievito, senza burro, senza latte. In pratica, volendo accorciare il titolo, sono castagnole senza glutine, senza lattosio e proteine del latte, senza uova e senza lievito… Acc! No, come non detto, diventa comunque un titolo lunghissimo (questa è la punizione per chi sfida la chimica culinaria: il crampo dello scrittore 😀 ).

Preparare le castagnole senza uova, glutine, burro, lievito e latte è semplicissimo: basta solo amalgamare i diversi ingredienti, far riposare l’impasto per qualche minuto e versarlo a cucchiaiate nell’olio bollente. Facile facile! Le castagnole dorano ugualmente anche senza uova e somigliano in tutto e per tutto a quelle normali. Il resto è… FESTA!

INGREDIENTI per 2 persone

  • 100 g del vostro Mix per Pane senza Glutine preferito
  • 125 ml di Acqua
  • 60 g di Zucchero Semolato
  • 30 g di Farina di Ceci certificata senza glutine
  • Olio per friggere q.b. (arachide, girasole, semi vari…)
  • Altro zucchero per guarnire

PREPARAZIONE

Mescolate le due farine senza glutine e lo zucchero semolato in una ciotola, poi, unite l’acqua e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Fate riposare per qualche minuto, il tempo necessario all’olio per scaldarsi.

Prendete un pentolino a bordo medio-alto, e versateci l’olio per friggere. A seconda di quanto largo è il contenitore, vi servirà più o meno olio; per me è stato sufficiente meno di 1 litro di olio perché ho utilizzato una pentola di diametro ridotto e cotto le castagnole senza glutine uova burro lievito e latte in tre tranches. L’importante è che la quantità di olio sia sufficiente per friggere a immersione le castagnole senza glutine, senza che tocchino il fondo della padella.

Per fare una frittura perfetta è fondamentale avere l’olio alla giusta temperatura. Per capire quando è il momento di cominciare a friggere potete fare la famosa prova dello stecchino di legno (se immergendo la punta nell’olio si formano micro bollicine intorno a essa, allora è pronto), oppure versare una goccia di impasto delle castagnole nell’olio e vedere come reagisce. Se rimane sul fondo e non risale, l’olio ha bisogno di essere scaldato ancora. Se invece l’impasto sale subito in superficie e si brucia, l’olio è troppo caldo. Quando la temperatura è corretta l’impasto scende sul fondo, viene avvolto dalle bollicine e poi spinto rapidamente in superficie dove prosegue la cottura.

Fate sempre attenzione a non portare l’olio oltre il punto di fumo. Se il vostro olio comincia a fumare non utilizzatelo per friggere le castagnole senza glutine uova burro lievito e latte, ma gettatelo via. Fa malissimo.

Quando l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura, cominciate a friggere le castagnole, versandoci dentro un cucchiaino di impasto per volta. Cuocete le castagnole per qualche minuto, girandole in modo che che coloriscano uniformemente, dopodiché scolatele con l’aiuto di una schiumarola o di due forchette e posatele su un doppio foglio di carta assorbente da cucina per rimuovere l’olio in eccesso.

Appena scolate dell’olio in eccesso, rotolate le castagnole senza glutine uova burro lievito e latte nello zucchero semolato o, se preferite, fatele raffreddare completamente e spolverizzatele di zucchero a velo. Il mio consiglio è comunque di servirle belle calde, ricoperte di zucchero semolato croccante. 😉

Advertisements

16 Comments Add yours

  1. Mary Di Gioia ha detto:

    prendo la farina di ceci e provo 😀 sono troppo belleeeeeeeee

    1. Alessia Piva ha detto:

      Grazie, Mary! Se non la trovi puoi usare anche quella di soia, l’importante è che sia una bella leguminosa legante 😉

  2. cardamomoeco ha detto:

    WOw! COme non provarle????

  3. cucinaincontroluce ha detto:

    Splendida!!! Stai a vedere che mi faccio il carnevale senza prendere mezzo etto…. sei sempre una fonte di ispirazione non da poco!
    Un bacio 🙂

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ahahahah, i miracoli ancora non riesco a farli però diciamo che se le scoli bene bene dall’olio sono più leggere delle normali 😉 Grazie cara, un bacione

  4. paneamoreceliachia ha detto:

    Ma che brava a farle con tutti questi senza… e utilisimmi anche i consigli su come friggerle!
    Qui a casa non le ho mai provate, ma sono sicura che i miei bimbi ne andranno matti!
    Ellen

    1. Alessia Piva ha detto:

      Grazie, Ellen! Io le adoro anche se il fritto non è proprio il mio metodo di cottura preferito… Però una volta all’anno ci possiamo permettere uno strappo alla regola, no? 🙂

  5. ilchiccodimais ha detto:

    Bravissima, un’ottima ricetta che se riesco provo a realizzare anch’io, saranno anche un pochino più leggere di quelle tradizionali, il che non guasta 😉

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ciao Francesca! Dove possibile sempre meglio alleggerire… Così se ne possono mangiare di più! 😉

  6. Sonia ha detto:

    tu sei straordinaria!! fai cose che lasciano a bocca aperta!! grande Alessia!! bacioni

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ma grazie, cara. Allora dobbiamo fondare il club delle straordinarie! Ho già in mente qualche socia onoraria e come presidentessa un’amante della cassata 😀

  7. vincenza ha detto:

    Per una non celiaca ma allergica alle altre cose che farina consiglia??

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ciao Vincenza, diamoci pure del tu 🙂 Benvenuta! Se non hai problemi con glutine, frumento e graminacee puoi tranquillamente utilizzare la farina 00 e seguire la ricetta allo stesso modo (potrebbe servirti un cucchiaio di farina in più visto che i mix senza glutine assorbono più liquido), altrimenti scrivimi a quali ingredienti in particolare sei allergica così troviamo un’alternativa appetitosa. A presto!

  8. Vittoria ha detto:

    Si possono conservare x qualche giorno? Oppure induriscono subito? Posso aggiungere un po’ di lievito x dolci? Visto che mia figlia non è allergica? Grazie mille!

    1. Alessia Piva ha detto:

      Ciao Vittoria, naturalmente la cosa migliore è gustarle calde appena fatte, ma restano comunque buone per un paio di giorni, soprattutto se le conservi chiuse in un sacchetto per alimenti (tipo quelli da congelatore) insieme a un foglio di carta assorbente. Il lievito puoi tranquillamente aggiungerlo. 🙂 Grazie a te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...